Indagini lungo il confine

L'assedio di Dantredun

L'assedio di Dantredun

Assedio

Il gruppo trova la città di Dantredun data alle fiamme da parte di un esercito di Koboldi; l’ esigua forza militare di Dantredun è decisamente in difficoltà difronte ai continui attacchi sorprendentemente massicci ed organizzati dei koboldi.

Incastrato di testa su di un tetto di una casa il gruppo trova Ghhhhh, disarcionato dal drago, che nel frattempo ha incendiato mezza città dirigendosi poi a sud richiamato bruscamente da qualcuno..

Nel frattempo tremila coboldi hanno attaccato la città da sud, dalle paludi, da dove nessuno si sarebbe aspettato un attacco e hanno fatto breccia nelle mura causando ingenti perdite alle già esigue forze di Dantredun e costringendo le truppe a ritirarsi all’interno del castello reale.

I coboldi stanno sfruttando un portale segreto che gli permette di passare direttamente dalla foresta alle rovine di blackmoor e così colpire la città alle spalle.

Il gruppo scopre, più per caso che per loro volontà (stavano cercando di lasciare la zona senza dare nell’occhio attraversando a nuoto le paludi gelate di Blackmoore…), un portale magico ai margini della foresta, notano che è manovrato da uno shamano koboldo che lo manovra attraverso un bastone magico.

Con un’azione goffa e poco discreta riescono a catturare lo shamano e a mettere in allarme buona parte delle brigate nei dintorni.

Il portale secondo lo shamano è stato creato direttamente da Iuz per permettere al suo popolo di liberarsi dei fastidiosi umani che hanno invaso le blackmoore.

Comments

Gadda

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.